Con questo blog voglio condividere con tutti voi le ricette che ho sperimentato e che mi sono piaciute di più!! La cucina è sempre stata un luogo molto importante nella mia vita ricordo ancora quando da piccola osservavo affascinata la mia nonnina, ormai novantenne, che impastava tagliatelle pansoti ravioli facendo roteare a velocità indescrivibile la manopola della macchina della pasta la famosa Imperia (che ormai la modernità ha dotato di motore) sembrava così fluida e leggera... in realtà durissima..., preparava "tegami" (come si dice a Genova) di verdure ripiene, torte di riso, focaccia con la salvia, con la cipolle e altre mille prelibatezze...
Crescendo il primo vero approccio pratico alla cucina me lo ha dato mia mamma grazie alla quale mi sono appassionata soprattutto ai dolci... ricordo con gioia i momenti in cui finito di studiare per l'università mi rilassavo cucinando insieme a mia mamma torte dolci e salate, le prelibate focaccette al formaggio pizza... per poi gustarle tutti insieme a tavola la sera.
E adesso che ho 32 anni, sono sposata e lavoro trovo nella cucina un momento di relax che mi permette di "sfogare" gli stress di una giornata "a mille". (per la gioia del palato del mio maritino).

giovedì 31 maggio 2012

TORTELLONI

E' una vita che voglio scrivere un post sul buonissimo cream tea inglese, ma ogni volta che inizio, dopo un po' cambio idea e mi metto a scrivere di altro, forse non riesco e non voglio ancora condividere con voi questa bontà, perché parlarne in fondo sarebbe un po' come chiudere il capitolo della Cornovaglia, una settimana in un posto fantastico, e io questo capitolo non lo voglio ancora chiudere, devo ancora sistemare una valanga di foto e magari fare l'album, voglio parlarvi ancora di quella magica esperienza, il capitolo della Cornovaglia deve restare ancora aperto, almeno fino alla prossima vacanza, perché le vacanze servono non solo per passare dei momenti bellissimi e magici, ma anche per farti andare avanti nella vita di tutti i giorni, dove anche un odore, un sapore, un riflesso della luce ti può portare immediatamente indietro nel tempo e farti assaporare ancora una volta momenti che pensavi unici ed irripetibili.
Tutto questo per dirvi che non è ancora giunto il momento di scrivere sul cream tea o qualche simpatico aneddoto sulla Cornovaglia, piuttosto vi voglio parlare di un altro mio esperimento culinario... i tortelloni prosciutto e parmigiano....buonissimi a detta di Andrea. 

I miei primi tortelloni! un po' sbilenchi...

sabato 26 maggio 2012

PRATICELLI FIORITI

Ve l'avevo detto che stavo preparando una sorpresa per Andrea che domani compie gli anni ma non vi avevo detto cosa avevo in mente!
Bene, giovedì pomeriggio ho preparato i cup cakes "praticelli fioriti" (così li ho chiamati)... poi capirete il motivo...



giovedì 24 maggio 2012

ULTIMA SPIAGGIA DEL CIBO

Le cose che mi mancheranno di più durante il periodo di vacanza dei miei, sono i pranzetti della mamma... ovviamente!!! no non sono una figlia ingrata, certo che mi mancheranno anche i miei genitori, ma dopo una mattinata di lavoro di corsa avanti indietro Tribunale, Giudice di Pace, posta e studio,  la mia meritata pausa sorese mi rigenera parecchio, ormai percorro la strada che mi separata da casa dei miei in tempi da record, 20 minuti, sono talmente abituata a fare avanti e indietro che nemmeno me ne rendo conto, anche perché penso che non ci sia nulla di meglio di una lunga e rilassante pausa pranzo prima di ricominciare a lavorare.
Mi sa che in questo periodo di assenza dei miei dimagrirò... lo so detta da me che cucino di tutto è strano, ma a me piace cucinare la sera per Andrea, quando sono sola mangio male, pasticcio e non c'è verso.


PARTENZA!

Ok, i miei sono partiti, probabilmente l'aereo starà decollando adesso, ho una leggera ansia, si perché a me gli aerei fanno paura, sostanzialmente perché non mi capacito come una "cosa" così grossa e pesante come un aereo possa volare, o meglio lo so come fa, Andrea me lo spiega spesso, ma non mi entra, cioè non lo realizzo.


martedì 22 maggio 2012

RAVIOLI DI MAGRO

Da piccola mi piaceva osservare la mia nonnina ormai novantaduenne fare pansoti, ravioli, tagliatelle, le sua mani scorrevano veloci e sicure sulla pasta e io ne ero ammaliata, tutto quello che creava era perfetto, e le riusciva con una semplicità innata...io ero letteralmente ipnotizzata dalla sua abilità.



domenica 20 maggio 2012

CREMA GANACHE AL CIOCCOLATO BIANCO

Finalmente posso dire...ce l'ho fatta!!!!!!!!!!!
sono riuscita  fare una buonissima crema ganache al cioccolato bianco, l'avevo già fatta al cioccolato fondente,  ultimamente avevo anche perfezionato la tecnica facendola venire veramente "morbida" e delicata, ma con il cioccolato bianco, avevo già due tentativi finiti nel cestino e non avevo il coraggio di ritentare...poi oggi dopo aver fatto i brownies, ho deciso di decorarli con la crema ganache e di ritentare così con quella al cioccolato bianco!...operazione riuscita!



giovedì 17 maggio 2012

COZZE AMORE MIO

Per chi mi conosce bene non è una novità, amo e adoro il pesce, ogni tipo di pesce in particolare  gamberi, gamberoni, aragoste, cozze, vongole ecc... datemi un piatto di cozze e mi farete la persona più felice del mondo!


sabato 12 maggio 2012

MOONCAKE

Carissima Mulino Bianco, questa non me la dovevi proprio fare, i mooncake no, non dovevi inventarli...sono due mesi che sto ingurgitando schifosissime e costosissime pastiglie alle erbe per drenare levigare eliminare e cancellare la cellulite (con dubbi risultati) e tu mi esci fuori con queste merendine sublimi? Forse le uniche merendine decenti che tu abbia mai fatto (escluso i tegolini e i soldini ovviamente...).



venerdì 11 maggio 2012

CAPRESE AL CIOCCOLATO

Tutto cominciò così... all'inizio degli anni venti pare che, al pasticcere Di Fiore di Capri sia stata commissionata una torta al cioccolato che doveva finire sulla tavola del famoso capo mafioso Al Capone (in altre versioni della storia sono paciosi turisti americani). Tutto agitato per la delicata missione, il cuoco preparò l'impasto a puntino, dimenticando sulla spianatoia la farina e il lievito. Pronto ormai al peggio, tolse dal forno ciò che sbadatamente aveva preparato ma l'impasto gli piacque così tanto da fargli capire che, del tutto involontariamente, aveva creato una nuova versione della torta che in omaggio alla sua terra, volle denominare Caprese.



domenica 6 maggio 2012

RISOTTO ZUCCHINE E BRIE

Premesso che... odio il riso, veramente non lo posso vedere, e sinceramente non so il perché, da piccola l'ho sempre mangiato senza problemi, ma adesso non lo posso vedere. Volete farmi del male? mi odiate?... vi do' una dritta per farmi dispetto e per non vedermi più... datemi da mangiare il riso, non so questa avversione da dove venga, insomma mangio abbastanza di tutto senza particolari problemi, il riso l'ho sempre mangiato e ancora adesso ogni tanto me lo faccio, soprattutto quando sono sola, il mio amato riso con lo stracchino, che bontà (l'unico modo in cui ancora mi piace mangiarlo adesso, oltre che il mitico riso e latte... ummmmm buonoooo).
Bene in tutti gli altri modi lo mangio solo quando devo... perché me lo trovo davanti o... perché sapendo che ad Andrea piace glielo faccio.
foto presa dal blog http://cuocaxamore.blogspot.com ... la ricetta è leggermente diversa dalla mia ma la foto è praticamente uguale al mio riso di stasera!! 

Stasera è una di quelle serate in cui mi sento pronta ad affrontare una cena con il riso, inizialmente volevo prepararlo con gli asparagi e lo zafferano, poi ho cambiato idea (si vede che non mi convince farlo...) ho pensato di farlo con lo stracchino, ma no... ho cambiato nuovamente idea e allora facciamo il riso con le zucchine... si ci può stare... ma solo zucchine mi sembra un po' insapore e così idea... aggiungiamo qualche pezzettino di brie in cottura e una spolverizzata di parmigiano.
Risultato ottimo!!! ve lo consiglio vivamente... ah peccato che in tutto sto trambusto del riso non ho fatto la foto... e ora mi toccherà rifarlo!!!! NOOOOOO... cioè capitemi il riso era buono anzi Andrea ha detto che era buonissimo... ma io non ce la faccio a mangiarne altro per almeno... ummm un mese (facciamo anche due)... quindi ora mi devo inventare qualcosa per la foto (trovatoo la foto che ho messo l'ho trovata in internet dal blog di cuocaxamore.blogspot.com)...è solo riso con zucchine, aggiungendo il brie diventa tutto cremoso e gustoso.

Ingredienti:
  • 160 gr. di riso;
  • sale qb;
  • olio;
  • 2 zucchine;
  • 30 gr. di brie;
  • 1 cipolla bianca;
  • parmigiano q.b.
Preparazione:

In una casseruola tagliate la cipolla e le zucchine (dopo averle lavate) a dadini, aggiungete un pochino di acqua (se preferite olio e soffriggete a me non piace molto quindi metto l'acqua) quando si è assorbita aggiungete il riso lasciate tostare un pochino e poi aggiungete altra acqua per cuocerlo, mano a mano che l'acqua viene assorbita aggiungetene altra fino alla cottura del riso (al posto dell'acqua potete anche mettere brodo vegetale). Continuate a mescolare e aggiungete il sale quanto basta, quando il riso è quasi cotto, aggiungete il brie tagliato a dadini e un pochino di olio.
Successivamente mantecate per bene, togliete dal fuoco servite e spolverizzate il tutto con il parmigiano.
Buon Appetito!

venerdì 4 maggio 2012

CROSTATA DI FRUTTA

Sinceramente mi stavo un po' preoccupando, dal ritorno dalla Cornovaglia, la mia voglia di cucinare era scesa, insomma cucinavo si ho sempre cucinato, in prevalenza pesce, per non sentire troppo la mancanza del buon pesce mangiato in Cornovaglia, ma non è che fossi particolarmente motivata...
Invece oggi il risveglio dei sensi! Stufa di questo tempo di cui veramente non se ne può più, tanto per farvi capire il tempo trovato in Inghilterra era nettamente migliore, si certo pioveva, ma poi la pioggerellina lasciava ampi spazi di cielo meravigliosamente blu, cosa che io qui da quando sono tornata non ho ancora visto, anzi si l'ho visto un solo giorno sabato scorso a Riva del Garda, ci saranno stati 30 gradi e un sole che ustionava, poi il giorno dopo... pioggia... ma basta!!!
Quindi, visto che la primavera e questa specie di autunno rende tutto grigio e gli umore sotto i tacchi oggi mi sono ribellata e presa dalla mia "ispirazione" culinaria ho deciso di fare non una, ma due crostate alla frutta, no non ce le mangiamo tutte noi, una la porto domani al mio solito pranzo del sabato dai miei genitori, voglio fargli una sorpresa visto che è da un po' che a casa mia si parla di crostate alla frutta, e l'altra me la gusto stasera con il mio amore, che oggi finalmente dopo un secolo e mezzo il tempo ha retto e dopo lavoro ha fatto un girino in bici!



mercoledì 2 maggio 2012

ENGLISH BREAKFAST

Come primo post della nuova "sezione" del blog vi voglio parlare della nostra recente esperienza culinaria in Inghilterra, so che molti di voi penseranno che il cibo inglese non sia un gran che e che probabilmente la cucina Italiana sia senza dubbio la migliore, ma non è così, la padrona del Bed and Breakfast che ci ha ospitato ci ha spiegato molte cose sulla cucina inglese, in particolare come le abitudini degli anglosassoni stiano cambiando verso una cucina sempre tradizionale, ma meno elaborata e grassa, tendente più alla ricerca della qualità che della quantità, il cibo assume così un sapore più gustoso e semplice forse più adatto ai nostri palati.
Rimane comunque imprendibile, anche per noi italiani che al mattino siamo abituati a cappuccio e brioche, l'English breakfast (salato); che, nemmeno a dirlo che durante la nostra vacanza è stato (con qualche variante prettamente inglese) la costante della nostra colazione, infatti penso di non aver mai mangiato così tante uova in così poco tempo, il mio colesterolo avrà sicuramente gradito, ma mai quanto il mio stomaco.



DUE PAROLE SU... CIBI DAL MONDO


Sistemando le foto ho notato che una buona parte di esse riguardano il cibo, la mia passione, tutte le volte che andiamo da qualche parte e mangiamo qualcosa di diverso dal solito, mi piace fotografarlo per poi mostrarlo a familiari ed amici, nasce così l'idea di dedicare una sezione o meglio un "etichetta" del mio blog ai cibi dal mondo. Cibi che ci sono piaciuti, ci hanno incuriosito, o più semplicemente ci andava di fotografare.
In fondo per poter vivere a 360° la nazione che si visita è importante capirne anche la tradizione culinaria, mangiare come mangiano i locali o per lo meno provarci.
Buona lettura!