Con questo blog voglio condividere con tutti voi le ricette che ho sperimentato e che mi sono piaciute di più!! La cucina è sempre stata un luogo molto importante nella mia vita ricordo ancora quando da piccola osservavo affascinata la mia nonnina, ormai novantenne, che impastava tagliatelle pansoti ravioli facendo roteare a velocità indescrivibile la manopola della macchina della pasta la famosa Imperia (che ormai la modernità ha dotato di motore) sembrava così fluida e leggera... in realtà durissima..., preparava "tegami" (come si dice a Genova) di verdure ripiene, torte di riso, focaccia con la salvia, con la cipolle e altre mille prelibatezze...
Crescendo il primo vero approccio pratico alla cucina me lo ha dato mia mamma grazie alla quale mi sono appassionata soprattutto ai dolci... ricordo con gioia i momenti in cui finito di studiare per l'università mi rilassavo cucinando insieme a mia mamma torte dolci e salate, le prelibate focaccette al formaggio pizza... per poi gustarle tutti insieme a tavola la sera.
E adesso che ho 32 anni, sono sposata e lavoro trovo nella cucina un momento di relax che mi permette di "sfogare" gli stress di una giornata "a mille". (per la gioia del palato del mio maritino).

venerdì 4 maggio 2012

CROSTATA DI FRUTTA

Sinceramente mi stavo un po' preoccupando, dal ritorno dalla Cornovaglia, la mia voglia di cucinare era scesa, insomma cucinavo si ho sempre cucinato, in prevalenza pesce, per non sentire troppo la mancanza del buon pesce mangiato in Cornovaglia, ma non è che fossi particolarmente motivata...
Invece oggi il risveglio dei sensi! Stufa di questo tempo di cui veramente non se ne può più, tanto per farvi capire il tempo trovato in Inghilterra era nettamente migliore, si certo pioveva, ma poi la pioggerellina lasciava ampi spazi di cielo meravigliosamente blu, cosa che io qui da quando sono tornata non ho ancora visto, anzi si l'ho visto un solo giorno sabato scorso a Riva del Garda, ci saranno stati 30 gradi e un sole che ustionava, poi il giorno dopo... pioggia... ma basta!!!
Quindi, visto che la primavera e questa specie di autunno rende tutto grigio e gli umore sotto i tacchi oggi mi sono ribellata e presa dalla mia "ispirazione" culinaria ho deciso di fare non una, ma due crostate alla frutta, no non ce le mangiamo tutte noi, una la porto domani al mio solito pranzo del sabato dai miei genitori, voglio fargli una sorpresa visto che è da un po' che a casa mia si parla di crostate alla frutta, e l'altra me la gusto stasera con il mio amore, che oggi finalmente dopo un secolo e mezzo il tempo ha retto e dopo lavoro ha fatto un girino in bici!



Si lo so ho messo a dura prova la mia povera cucina e soprattutto più passa il tempo più mi rendo conto che un forno non mi basta!! spesso e volentieri ci infilo dentro due o tre teglie "cottura a castello" come la chiamo io! Sogno una cucina più grande  con un isola centrale due forni e un frigo all'americana dove non mi devo picchiare con lo spazio perché ora che ho un sacco di accessori ecc..non so più dove metterli, e chissà magari non dovrò nemmeno aspettare troppo!!!!!!! che bello!!!!
Nonostante la mia cucina ora stia esplodendo mi sono divertita un mondo a farle, a dire la verità devo ancora mettere la crema pasticcerà su quella da portare dai miei, sono indecisa se farlo stasera o domani mattina, non vorrei che la pasta frolla diventasse "molla" assorbendo la pasta.
Come ricetta per la base ho utilizzato quella della pasta frolla nel post della crostata, come dosi vanno bene per due basi non da 25 cm di diametro circa.
Per la crema pasticcera

Ingredienti:
  • mezzo litro di latte;
  • 30 gr. di farina;
  • 100 gr. di zucchero;
  • 4 tuorli.
Preparazione:

Sbattete in una ciotola le uova con lo zucchero, successivamente incorporate la farina e continuate a mescolare. Nel frattempo portate ad ebollizione il latte con una bacca di vaniglia dentro.
Quando il latte sta per bollire, spegnete sotto il fuoco, togliete la bacca e lentamente incorporate al composto di uova sbattute zucchero e farina.
Mettete tutto il composto sul fuoco e mescolate continuamente. 
Quando bolle abbassate la fiamma, e continuate a mescolare per 2-4 minuti, fino a quando il composto non diventa denso.
Spegnete il fuoco, mettete il composto in una ciotola e lasciate raffreddare.
Nel frattempo lavate e asciugate la frutta, io ho scelto fragole e kiwi, ma potete mettere anche banane mandarini, insomma la frutta che vi piace, tranne le mele.
Poi prendete la base di pasta frolla che avrete precedentemente cotto nel forno (mi raccomando ricordatevi di bucherellarla con una forchetta... oppure in alternativa potete mettere dei fagioli secchi - io preferisco i buchi con la forchetta -  altrimenti "gonfia").
Quando la base e la crema saranno raffreddate mettete in un bel piatto da portata il tutto e procedete con spalmare un bel strato di crema sulla base (a me piace che la frutta "sprofondi" un pochino nella crema pasticcera) e infine aggiungete la frutta.
Volendo potete anche fare la gelatina con la colla di pesce a metterla sulla torta...così la frutta non "perde" il suo colore e non appassisce, generalmente metto la gelatina solo quando preparo la torta per il giorno successivo, mentre se la mangio il giorno stesso in cui la faccio preferisco non metterla.
Ho deciso la seconda torta la preparo domani mattina... così è più fresca!


Scusate per la qualità delle foto, ma le ho fatte con l'Iphone mio padre si è riappropriato della sua splendida Nikon...ancora per poco hihihihi!!!
Buon Appetito!


2 commenti:

  1. Che bella! Ma c'è una tecnica per tagiare la frutta a fettine?

    RispondiElimina
  2. tanta pazienza un tagliere e un coltello ben affilato! :)

    RispondiElimina