Con questo blog voglio condividere con tutti voi le ricette che ho sperimentato e che mi sono piaciute di più!! La cucina è sempre stata un luogo molto importante nella mia vita ricordo ancora quando da piccola osservavo affascinata la mia nonnina, ormai novantenne, che impastava tagliatelle pansoti ravioli facendo roteare a velocità indescrivibile la manopola della macchina della pasta la famosa Imperia (che ormai la modernità ha dotato di motore) sembrava così fluida e leggera... in realtà durissima..., preparava "tegami" (come si dice a Genova) di verdure ripiene, torte di riso, focaccia con la salvia, con la cipolle e altre mille prelibatezze...
Crescendo il primo vero approccio pratico alla cucina me lo ha dato mia mamma grazie alla quale mi sono appassionata soprattutto ai dolci... ricordo con gioia i momenti in cui finito di studiare per l'università mi rilassavo cucinando insieme a mia mamma torte dolci e salate, le prelibate focaccette al formaggio pizza... per poi gustarle tutti insieme a tavola la sera.
E adesso che ho 32 anni, sono sposata e lavoro trovo nella cucina un momento di relax che mi permette di "sfogare" gli stress di una giornata "a mille". (per la gioia del palato del mio maritino).

mercoledì 29 ottobre 2014

BUDINO DELLA NONNA NINNE

Quando ero piccola con i primi freddi la nonna ci preparava spesso un buon budino, non quello della scatola, ma quello fatto in casa, una vera delizia al profumo di limone.
Ieri mi è venuta voglia di prepararlo e dopo varie consultazioni casalinghe, mamma, zia e nonna nessuno mi sapeva dire esattamente le dosi perché "un tempo" ma forse anche ora spesso in questo tipo di dolci si "va a occhio".



Devo dire che senza dosi precise non è stato facilissimo, ma alla fine credo di aver trovato il giusto equilibrio, il gusto era proprio quello che ricordavo una vera delizia.
Ed eccovi la ricetta (me la sono scritta così non la dimentico più!!!).

Ingredienti per 2 persone golose... volendo potete mangiarci in 3:

  • mezzo litro di latte;
  • un tuorlo d'uovo;
  • un cucchiaio e mezzo di zucchero;
  • mezza bacca di vaniglia oppure due scorzette di limone (io non avevo limoni non trattati quindi ho preferito usare la vaniglia);
  • 1 cucchiaino di maizena.
Preparazione:

Versate il latte in una casseruola a fuoco lento.
Unite in una ciotola il tuorlo e lo zucchero e con una frusta elettrica montate il tutto fino a quando non otterrete un composto molto chiaro.
Aggiungete il composto così ottenuto al latte, mettete poi i semi della vaniglia mescolate.
Aggiungete lentamente la maizena dopo averla precedentemente setacciata per evitare i grumi. Continuate a mescolare e portate ad ebollizione.
Vedrete che il composto piano piano si addenserà (nel caso fosse troppo liquido aggiungete ancora un po' di maizena, io sono andata a occhio). Fate sobbollire lentamente per circa 1 minuto o 2.
Versate nelle coppette lasciate raffreddare e servite possibilmente tiepido.
Nel caso al posto della vaniglia volete usare le scorzette di limone aggiungetele al composto al posto della vaniglia e poi ricordatevi di levarle prima di mettere il budino nelle coppette.
Buon Appetito!

Nessun commento:

Posta un commento