Con questo blog voglio condividere con tutti voi le ricette che ho sperimentato e che mi sono piaciute di più!! La cucina è sempre stata un luogo molto importante nella mia vita ricordo ancora quando da piccola osservavo affascinata la mia nonnina, ormai novantenne, che impastava tagliatelle pansoti ravioli facendo roteare a velocità indescrivibile la manopola della macchina della pasta la famosa Imperia (che ormai la modernità ha dotato di motore) sembrava così fluida e leggera... in realtà durissima..., preparava "tegami" (come si dice a Genova) di verdure ripiene, torte di riso, focaccia con la salvia, con la cipolle e altre mille prelibatezze...
Crescendo il primo vero approccio pratico alla cucina me lo ha dato mia mamma grazie alla quale mi sono appassionata soprattutto ai dolci... ricordo con gioia i momenti in cui finito di studiare per l'università mi rilassavo cucinando insieme a mia mamma torte dolci e salate, le prelibate focaccette al formaggio pizza... per poi gustarle tutti insieme a tavola la sera.
E adesso che ho 32 anni, sono sposata e lavoro trovo nella cucina un momento di relax che mi permette di "sfogare" gli stress di una giornata "a mille". (per la gioia del palato del mio maritino).

venerdì 28 febbraio 2014

STOCAFISSO ACCOMODATO

In attesa della nostra prossima festa di Carnevale (abbiamo un intenso programma di domeniche carnevalesche) oggi stoccafisso accomodato...e pensare che circa un anno e mezzo fa non lo avrei mangiato nemmeno se me lo avessero regalato, da piccola mia nonna che lo fa divinamente cercava sempre di farmelo mangiare ma io non volevo assolutamente, riuscivo solo a mangiare le patate che diciamocelo sono buonissime... per farmelo piacere ci è voluto Tommaso. Gli ormoni della gravidanza mi hanno cambiato i gusti, di poco ma me li hanno cambiati e ora adoro lo stoccafisso accomodato, non che io lo sappia preparare, sto ancora imparando e nel frattempo me lo gusto preparato da mia mamma una bontà e ne porto un bel piattone anche a mio marito a cui piace forse più di me.





Ingredienti per 4 persone circa:

  • 1 kg circa di stoccafisso dalla parte della testa che è la più pregiata;
  • 500 gr. di patate;
  • 1 acciuga sotto sale;
  • 2 spicchi di aglio;
  • un ciuffo di prezzemolo;
  • una manciata di pinoli;
  • 1 manciata di olive nere;
  • concentrato di pomodoro;
  • olio;
  • sale;
Preparazione

Ho tediato mia madre per sapere la ricetta esatta mandandola in crisi sulle dosi perché come ogni cuoca lei le dosi le mette a occhio, quindi vi dico prendete le dosi che vi do con le pinze e poi assaggiate fondamentale e importantissimo per sapere se quello che state preparando è buono o meno.
Il procedimento è il seguente, prima di tutto occorre lavare bene lo stoccafisso lasciandolo a bagno anche un intero pomeriggio cambiando almeno un paio di volte l'acqua.
Nel frattempo potete iniziare a preparare il "soffritto" con un tritando l'aglio, il prezzemolo, i pinoli  e (un pochino teneteli da parte per metterli interi) e l'acciuga sotto sale, mia mamma qualche volta mette anche la cipolla, ma non è la ricetta ufficiale.
Mettete il trito in una capiente pentola e aggiungete l'olio.
Aggiungete lo stoccafisso tagliato a pezzi grossolani o anche intero tanto poi si frantuma, lasciate andare a fuoco lento per almeno 15-20 minuti.
Aggiungete mezzo cucchiaio di concentrato di pomodoro se volete potete anche aggiungere meno concentrato e qualche pomodoro tagliato a pezzetti.
Quando lo stoccafisso assaggiate per controllare la cottura e aggiungete le patate e un po di acqua se vedete che è troppo asciutto.
Salate a dovere e continuate la cottura 


Nessun commento:

Posta un commento