Con questo blog voglio condividere con tutti voi le ricette che ho sperimentato e che mi sono piaciute di più!! La cucina è sempre stata un luogo molto importante nella mia vita ricordo ancora quando da piccola osservavo affascinata la mia nonnina, ormai novantenne, che impastava tagliatelle pansoti ravioli facendo roteare a velocità indescrivibile la manopola della macchina della pasta la famosa Imperia (che ormai la modernità ha dotato di motore) sembrava così fluida e leggera... in realtà durissima..., preparava "tegami" (come si dice a Genova) di verdure ripiene, torte di riso, focaccia con la salvia, con la cipolle e altre mille prelibatezze...
Crescendo il primo vero approccio pratico alla cucina me lo ha dato mia mamma grazie alla quale mi sono appassionata soprattutto ai dolci... ricordo con gioia i momenti in cui finito di studiare per l'università mi rilassavo cucinando insieme a mia mamma torte dolci e salate, le prelibate focaccette al formaggio pizza... per poi gustarle tutti insieme a tavola la sera.
E adesso che ho 32 anni, sono sposata e lavoro trovo nella cucina un momento di relax che mi permette di "sfogare" gli stress di una giornata "a mille". (per la gioia del palato del mio maritino).

giovedì 12 dicembre 2013

MELANZANE IN CARROZZA

Bene, bene, ieri ho scoperto una mia grande lacuna culinaria, l'uovo sodo.
Ebbene si, io non sono capace di fare le uova sode e l'ho scoperto per la prima volta ieri a mezzogiorno.
Solitamente pranziamo da mia madre, ma ieri avevamo da fare e quindi siamo rimasti a Genova e il pranzo l'ho dovuto preparare io... bruttissimo quando sei abituata a prenderlo fatto.
Siccome adesso Tommaso mangia il tuorlo dell'uovo sodo ho pensato di prepararglielo e metterglielo nella pappa, una delle tante varianti suggerite dalla pediatra, ed ecco il dramma... il primo era sodo esternamente e aveva il cuore leggermente molle, il secondo era alla coque e il terzo dopo 10 minuti di consulenza telefonica con mia madre che alla fine esasperata dalle mie domande e dalla mia incapacità mi ha detto di piazzare un uovo nel pentolino e lasciarcelo 10 minuti, se non riesce così (altro che sodo... tra un po' esce secco) allora ho dei seri problemi culinari.


Comunque alla fine dopo varie preghiere e dopo danze vodoo sono riuscita, al terzo tentativo (grande vergogna) a fare sto benedetto uovo sodo, il perfetto uovo sodo, il mio uovo sodo.
La sera per  tentare di rifarmi dell'insuccesso culinario di mezzogiorno, ho preparato una gusto-sfiziosa ricettina, le melanzane in carrozza...che buone semplici da preparare, non proprio leggere, soprattutto in vista delle abbuffate natalizie, ma veramente goduriose.

Ingredienti per due persone:
  • 1 melanzana di medie dimensioni;
  • 1/2 uova;
  • pane grattato;
  • 1 mozzarella;
  • olio da friggere;
  • sale.
Preparazione

Preriscaldate il forno a 180° non ventilato.
Lavate la melanzana, asciugatela e tagliatela finemente.
Mettete le rondelle di melanzana nel forno ad asciugare per circa 15 minuti.
Nel frattempo sbattete l'uovo in una terrina, in un piatto piano mettete il pan grattato e tagliate a fettine sottili la mozzarella.
Preriscaldate l'olio per friggere.
Togliete dal forno le rondelle di melanzane.
Prendete una rondella mettete in pezzetto di mozzarella al centro e poi chiudete con una altra rondella di melanzana, passate il "panino di melanzana e mozzarella" nell'uovo sbattuto e successivamente nel pane grattato e poi quando l'olio è pronto friggetelo accuratamente prima da un lato e poi dall'altro.
Asciugate per bene il fritto e salate.
Servite ben caldo.
Buon Appetito!

Nessun commento:

Posta un commento