Con questo blog voglio condividere con tutti voi le ricette che ho sperimentato e che mi sono piaciute di più!! La cucina è sempre stata un luogo molto importante nella mia vita ricordo ancora quando da piccola osservavo affascinata la mia nonnina, ormai novantenne, che impastava tagliatelle pansoti ravioli facendo roteare a velocità indescrivibile la manopola della macchina della pasta la famosa Imperia (che ormai la modernità ha dotato di motore) sembrava così fluida e leggera... in realtà durissima..., preparava "tegami" (come si dice a Genova) di verdure ripiene, torte di riso, focaccia con la salvia, con la cipolle e altre mille prelibatezze...
Crescendo il primo vero approccio pratico alla cucina me lo ha dato mia mamma grazie alla quale mi sono appassionata soprattutto ai dolci... ricordo con gioia i momenti in cui finito di studiare per l'università mi rilassavo cucinando insieme a mia mamma torte dolci e salate, le prelibate focaccette al formaggio pizza... per poi gustarle tutti insieme a tavola la sera.
E adesso che ho 32 anni, sono sposata e lavoro trovo nella cucina un momento di relax che mi permette di "sfogare" gli stress di una giornata "a mille". (per la gioia del palato del mio maritino).

martedì 3 settembre 2013

PETTI DI POLLO GRATINATI AL FORNO

E' arrivato settembre, nostalgia delle vacanze appena finite, la città deserta negli ultimi giorni di agosto si sta nuovamente riempiendo, mi godo con Tommy il mio mese preferito per il mare, stavolta dopo un estate di bagni mi sento più sicura a portarlo in acqua senza Andrea, mi piace l'idea che stia in acqua senza salvagente e senza braccioli libero a sguazzare tra le nostre braccia la nostra prima estate è volata e mentre con i primi dentini tenta di sgambettare ancora insicuro sulle sue gambette cicciottelle, io mi riprendo un po' della mia libertà e lavoro, vado in piscina ma soprattutto cucino, la ricetta di che vi voglio dare è molto buona e un metodo alternativo per cucinare i classici petti di pollo.
Il pollo a mio parere è molto molto buono da mangiare gustoso e leggero, ma solo se cotto bene altrimenti rischia di essere stopposo e soffocante nel vero senso della parola, sopratutto il pollo arrosto, non è facile cuocerlo bene, quando lo compro per farmelo andare giù spesso devo imbottire il petto di maionese, l'unico posto dove ho mangiato un pollo arrosto FAVOLOSO è stato a Lisbona, una delizia umido dentro e croccante fuori, il trucco per cuocerlo così ? semplicissimo cuocerlo sulla carbonella, questo ristorante infatti non aveva la cucina, enorme brace con il pollo che ci cuoceva direttamente sopra che bontà!
Ma tornando alle mie fettine di pollo purtroppo ieri sera non sono riuscita a fare la foto tra la stanchezza e le mille cose da fare mi sono dimenticata.
 Ad ogni modo la bontà é assicurata.

Ingredienti per due persone:

  • 2 petti di pollo di medie dimensioni;
  • latte 100 cc;
  • erbette;
  • olio;
  • sale;
  • pane grattato q.b.;
  • 50 gr. parmigiano grattuggiato.
Preparazione:

Preriscaldate il forno a 180°.
Mettete i petti di pollo in una terrina con il latte e lasciate riposare per circa 20 minuti.
Nel frattempo grattuggiate il parmigiano e unitelo insieme la pane grattato e alle erbette.
Prendete i petti di pollo e metteteli nel pane grattato con il parmigiano e le erbette.
Prendete la teglia per il forno, rivestitela di carta forno spennellate con olio metteteci sopra le fettine di pollo aggiungete ancora un po' di olio e cuocete il tutto per 15/20 minuti controllando che non brucino ma che diventino dorate (ogni tanto girate il petto di pollo per farlo cuocere in modo uniforme su entrambi i lati). Una volta cotto aggiungete il sale e servite.
Buon Appetito!

Nessun commento:

Posta un commento