Con questo blog voglio condividere con tutti voi le ricette che ho sperimentato e che mi sono piaciute di più!! La cucina è sempre stata un luogo molto importante nella mia vita ricordo ancora quando da piccola osservavo affascinata la mia nonnina, ormai novantenne, che impastava tagliatelle pansoti ravioli facendo roteare a velocità indescrivibile la manopola della macchina della pasta la famosa Imperia (che ormai la modernità ha dotato di motore) sembrava così fluida e leggera... in realtà durissima..., preparava "tegami" (come si dice a Genova) di verdure ripiene, torte di riso, focaccia con la salvia, con la cipolle e altre mille prelibatezze...
Crescendo il primo vero approccio pratico alla cucina me lo ha dato mia mamma grazie alla quale mi sono appassionata soprattutto ai dolci... ricordo con gioia i momenti in cui finito di studiare per l'università mi rilassavo cucinando insieme a mia mamma torte dolci e salate, le prelibate focaccette al formaggio pizza... per poi gustarle tutti insieme a tavola la sera.
E adesso che ho 32 anni, sono sposata e lavoro trovo nella cucina un momento di relax che mi permette di "sfogare" gli stress di una giornata "a mille". (per la gioia del palato del mio maritino).

giovedì 22 agosto 2013

IL CALDERONE DI TOMMY

Rientrata dalle vacanze non ci si ferma un secondo, dopo aver meticolosamente sistemato l'armadio di Tommy e tolto tutti i vestitini, le tutine i body che sono diventati piccini e averli un po' tenuti per ricordo e un altra parte data alle varie associazioni di beneficenza, oggi mi dedico insieme alla mamma a preparare il calderone di Tommy, accantonata la passata liofilizzata fino alle prossime vacanze di ottobre ho pensato che fosse meglio preparargliela con la verdura fresca.



Quindi all'opera! mia madre lava e sbuccia (l'ho messa a fare i lavori pesanti) e io... metto l'acqua sul fuoco e ci butto le verdure! (bella la collaborazione madre-figlia).
Preparare ogni giorno la minestra per Tommy visto che richiede mille crismi e attenzioni non sarebbe fattibile e poi trasportarla tutti i giorni a Sori la dose del pranzo assurdo, così in questo placido pomeriggio di fine estate ci dedichiamo a questa attività per nulla noiosa (forse un po 'calda) anzi pensare di fare qualcosa di "buono" per il mio piccolo mi fa sentire viva, utile, insomma è una bella sensazione, poi preparlo insieme a mia mamma è ancora più bello.
Ormai la casa dei miei è una rivoluzione un intero ripiano in cucina dedicato alle pappe di Tommy, in sala campeggia il suo lettino, giochi ovunque, vestitini in quello che prima era il mio armadio e adesso anche il freezer è pieno di vasetti monodose di passata! E' una vero occupazione!!!!!!
E il piccolo mentre noi dedichiamo anima e corpo a lui cosa fa? Dorme e russicchia in sala nel suo lettino...


Nessun commento:

Posta un commento