Con questo blog voglio condividere con tutti voi le ricette che ho sperimentato e che mi sono piaciute di più!! La cucina è sempre stata un luogo molto importante nella mia vita ricordo ancora quando da piccola osservavo affascinata la mia nonnina, ormai novantenne, che impastava tagliatelle pansoti ravioli facendo roteare a velocità indescrivibile la manopola della macchina della pasta la famosa Imperia (che ormai la modernità ha dotato di motore) sembrava così fluida e leggera... in realtà durissima..., preparava "tegami" (come si dice a Genova) di verdure ripiene, torte di riso, focaccia con la salvia, con la cipolle e altre mille prelibatezze...
Crescendo il primo vero approccio pratico alla cucina me lo ha dato mia mamma grazie alla quale mi sono appassionata soprattutto ai dolci... ricordo con gioia i momenti in cui finito di studiare per l'università mi rilassavo cucinando insieme a mia mamma torte dolci e salate, le prelibate focaccette al formaggio pizza... per poi gustarle tutti insieme a tavola la sera.
E adesso che ho 32 anni, sono sposata e lavoro trovo nella cucina un momento di relax che mi permette di "sfogare" gli stress di una giornata "a mille". (per la gioia del palato del mio maritino).

venerdì 14 giugno 2013

LACRIME DI FRAGOLA DI NICOLA SAVINO

"Ogni giorno Chiara va a scuola contenta, ma nella sua classe ci sono quattro bambini terribili: Asdrubale, Astolfo, Ermenegildo ed Esculapio. La fanno sempre piangere perché le lacrime di Chiara hanno un segreto: sanno di fragola. Ma Chiara non vuole piangere più e con l'aiuto della Fatina delle lacrime facili riuscirà a fare ai bambini un bello scherzetto. Quale?"



Inizia così il grazioso libretto illustrato che è stato regalato a Tommy, una favola semplice, piena di illustrazioni colorate, che sembra divertirlo mentre glielo leggo la sera, è una favola di Nicola Savino con illustrazioni di Marta Monelli, comprare questo libriccino aiuta altri bambini, bambini meno fortunati, bambini con la Sindrome di Rett.
La Sindrome di Rett è una patologia progressiva dello sviluppo neurologico che colpisce quasi esclusivamente le bambine durante i primi anni di vita e dopo un periodo di apparente normalità. Nella forma classica le bambine mostrano uno sviluppo prenatale e perinatale normale, ma dopo un periodo di circa 6,18 e 24 mesi presentano un arresto nello sviluppo seguito da una regressione. Le bambine improvvisamente smettono di parlare, camminare, di muovere le mani. Perdono lentamente tutte le capacità acquisite.
Comprando questo libriccino si da una mano all'Associazione Italiana Rett Onlus (AIRETT), un piccolo gesto per un grande aiuto... e una bellissima e dolcissima favola, la consiglio a tutti, grandi e piccini.

Nessun commento:

Posta un commento