Con questo blog voglio condividere con tutti voi le ricette che ho sperimentato e che mi sono piaciute di più!! La cucina è sempre stata un luogo molto importante nella mia vita ricordo ancora quando da piccola osservavo affascinata la mia nonnina, ormai novantenne, che impastava tagliatelle pansoti ravioli facendo roteare a velocità indescrivibile la manopola della macchina della pasta la famosa Imperia (che ormai la modernità ha dotato di motore) sembrava così fluida e leggera... in realtà durissima..., preparava "tegami" (come si dice a Genova) di verdure ripiene, torte di riso, focaccia con la salvia, con la cipolle e altre mille prelibatezze...
Crescendo il primo vero approccio pratico alla cucina me lo ha dato mia mamma grazie alla quale mi sono appassionata soprattutto ai dolci... ricordo con gioia i momenti in cui finito di studiare per l'università mi rilassavo cucinando insieme a mia mamma torte dolci e salate, le prelibate focaccette al formaggio pizza... per poi gustarle tutti insieme a tavola la sera.
E adesso che ho 32 anni, sono sposata e lavoro trovo nella cucina un momento di relax che mi permette di "sfogare" gli stress di una giornata "a mille". (per la gioia del palato del mio maritino).

lunedì 20 maggio 2013

CRISI????

L'Italia un paese in crisi, quante volte lo sento dire ormai da almeno un anno ma forse anche più francamente non voglio inerpicarmi in discorsi politici perché non ne uscirei fuori e ad ogni modo ritengo che la politica del terrore fatta dai tg influenzi molto il comportamento degli italiani e sia almeno in minima parte causa di questa famigerata crisi.
Per quello che mi riguarda penso che parte di questa situazione sia dovuta anche al comportamento di noi italiani, e vi spiego anche perché in questo periodo ho finalmente ripreso a viaggiare anche se almeno per ora solo in Italia e mi sono veramente resa conto che il nostro paese non offre proprio nulla a livello di servizi.
Calando un velo pietoso su Genova che sarà perché non è mai piaciuta quindi non voglio sbilanciarmi troppo se non sottolinenando la totale mancanza di tutto quello che a un turista serve e alla totale mancanza di aree verdi decenti, le altre zone d'Italia si salvano a pelo, insomma per quanto mi riguarda quando vado all'estero o in vacanza fondamentale è trovare un hotel che sia confortevole, ho la fortuna di poter scegliere hotel dalle 4 stelle in su con servizi, pulizia e cortesia impeccabili, e questo sinceramente è molto importante soprattutto adesso che ho un figlio, ma il punto non è questo il punto è che mi sono resa conto che qui in Italia un hotel 4-5 stelle costa di più che all'estero e offre molto molto meno e alla fine ti viene voglia di dire "ma chi me lo fa fare"e scartare automaticamente le vacanze in Italia (sinceramente io lo farei comunque si il nostro paese è pieno di cose belle bla bla bla meraviglie ecc.. ma il mondo da esplorare è ancora molto!!!!), ma oltre agli alberghi che per me sono fondamentali, anche il resto è meglio, aree verdi ben tenute, cortesia, negozi sempre aperti, musei pure, insomma noi abbiamo un bel paese ma non sappiamo venderlo al turista! All'estero (forse in Francia un po meno...) il turista è accolto con sorrisi e cordialità qui da noi quasi quasi da fastidio uno che non parla la nostra lingua e che prende ogni negozio per un centro informazioni.
Questa è la riflessione del week end appena passato resort 4 stelle in un posto FAVOLOSO in Toscana, pulizia decente, servizi zero, antipatia a mille anzi "se non venivi era meglio" (ho visto una madre con un bambino piccolo nel passeggino venire letteralmente "cacciati" dai tavolini di una gelateria dove si erano fermati a ripararsi dalla classica "ramata" di pioggia primaverile,  perché avevano comprato un cono da asporto e i tavolini erano solo per chi consumava le coppe del menu... ma ti viene voglia di mandarli a quel paese!!!!!!!Altro che Italia... potessi me ne andrei... e non è mica detto che non lo faccia (incrociamo le dita).



1 commento:

  1. purtroppo hai ragione. io nel mio piccolo, lavorando in un negozio, vedo che spesso la gente torna perche' sei stato gentile e cortese e ti riferiscono di episodi assurdi in altri negozi. Non sappaimo sorridere, non siamo gentili e disponibli, perche' preferirci ad altri?

    RispondiElimina