Con questo blog voglio condividere con tutti voi le ricette che ho sperimentato e che mi sono piaciute di più!! La cucina è sempre stata un luogo molto importante nella mia vita ricordo ancora quando da piccola osservavo affascinata la mia nonnina, ormai novantenne, che impastava tagliatelle pansoti ravioli facendo roteare a velocità indescrivibile la manopola della macchina della pasta la famosa Imperia (che ormai la modernità ha dotato di motore) sembrava così fluida e leggera... in realtà durissima..., preparava "tegami" (come si dice a Genova) di verdure ripiene, torte di riso, focaccia con la salvia, con la cipolle e altre mille prelibatezze...
Crescendo il primo vero approccio pratico alla cucina me lo ha dato mia mamma grazie alla quale mi sono appassionata soprattutto ai dolci... ricordo con gioia i momenti in cui finito di studiare per l'università mi rilassavo cucinando insieme a mia mamma torte dolci e salate, le prelibate focaccette al formaggio pizza... per poi gustarle tutti insieme a tavola la sera.
E adesso che ho 32 anni, sono sposata e lavoro trovo nella cucina un momento di relax che mi permette di "sfogare" gli stress di una giornata "a mille". (per la gioia del palato del mio maritino).

mercoledì 3 aprile 2013

RAGU' A MODO MIO

...oggi sono tornata indietro nel tempo a quando Tommaso non c'era, sono andata in piscina, mi sono presa 1 oretta e mezza tutta per me, non è stato facile, ma ce l'ho fatta, devo dire che anche se sapevo di lasciarlo nelle mani più che fidate di mia mamma ero un po' agitata, così agitata che mentre andavo in piscina ho preso una bella storta che mi ha fatto cadere come una pera in mezzo alla strada, subito ho pensato che fosse un "segno premonitore" e di tornare a casa da Tommy, ma poi ho continuato e mi sono goduta il tempo che avevo a disposizione, nonostante la caviglia che ormai è gonfissima e fa un male allucinante, è stato bello staccare un attimo dal mio ruolo di madre e adesso piano piano cercherò di mantenere questo impegno per ora settimanale.
Dopo aver nuotato tornare dal mio Tommy è stato ancora più bello Tommy ha bisogno di me e io lo lascerò da solo il meno possibile, cavolo i bambini sono come una droga non se ne può fare a meno!
Per festeggiare la giornata stasera ho fatto tagliatelle al ragù.

Immagine di repertorio

Chi mi conosce bene, sa che io non amo particolarmente la carne, impazzisco per la pasta e la pizza e adoro il pesce, ma stasera ho voluto cambiare un po' ed ecco a voi il ragù alla kiara, che come ben vedrete è molto meno grasso del vero ragù ma veramente gustoso.

Ingredienti:

  • 1 lattina di pelati a pezzettoni;
  • 1 cipolla;
  • 1 carota;
  • 1 gambo di sedano;
  • prezzemolo q.b.;
  • pepe;
  • sale;
  • olio;
  • 100 gr. carne macinata magra;
  • zucchero o latte q.b.;
  • per chi vuole una piccola noce di burro (io non l'ho messa).

Preparazione

Pulite la carota la cipolla, il sedano e il prezzemolo e tagliateli a pezzetti finissimi, meglio se passati nel tritatutto.
In una pentola mettete un filo di olio di oliva extravergine e un pochino di acqua (per fare un soffritto leggero), aggiungete poi il trito.
Lasciate andare qualche minuto, aggiungete la carne macinata e fatela dorare.
Aggiungete poi il pomodoro (se i pezzettoni non vi piacciono, passateli velocemente con il mini pimer)
fate cuocere a fuoco lento per almeno 1 ora, aggiustate di sale, se risulta un po' acido mettete mezzo cucchiaino raso di zucchero o un po' di latte per smorzare l'acidità.
A fine cottura mettete il pepe.
Condite le tagliatelle e poi se vi va aggiungete una bella grattuggiata di formaggio grana.
Buon Appetito!!!


Nessun commento:

Posta un commento