Con questo blog voglio condividere con tutti voi le ricette che ho sperimentato e che mi sono piaciute di più!! La cucina è sempre stata un luogo molto importante nella mia vita ricordo ancora quando da piccola osservavo affascinata la mia nonnina, ormai novantenne, che impastava tagliatelle pansoti ravioli facendo roteare a velocità indescrivibile la manopola della macchina della pasta la famosa Imperia (che ormai la modernità ha dotato di motore) sembrava così fluida e leggera... in realtà durissima..., preparava "tegami" (come si dice a Genova) di verdure ripiene, torte di riso, focaccia con la salvia, con la cipolle e altre mille prelibatezze...
Crescendo il primo vero approccio pratico alla cucina me lo ha dato mia mamma grazie alla quale mi sono appassionata soprattutto ai dolci... ricordo con gioia i momenti in cui finito di studiare per l'università mi rilassavo cucinando insieme a mia mamma torte dolci e salate, le prelibate focaccette al formaggio pizza... per poi gustarle tutti insieme a tavola la sera.
E adesso che ho 32 anni, sono sposata e lavoro trovo nella cucina un momento di relax che mi permette di "sfogare" gli stress di una giornata "a mille". (per la gioia del palato del mio maritino).

sabato 9 marzo 2013

TARTUFI AL CIOCCOLATO

Nonostante la nascita del mio piccolino con un po' di organizzazione la mia vita è più o meno sempre la stessa ma con una gioia in più e un pochino di ore di sonno in meno, sto trascurando il mio blog nonostante Andrea mi "ricordi" di fotografare e di mettere le cose che cucino ma il poco tempo libero che ho, tra visite mediche, cose da fare, moduli da compilare, regali da ritirare ecc...lo dedico al lavoro, da cui effettivamente non mi sono mai staccata e forse un po' di stacco ci vorrebbe, ma  nel mio ambiente come diavolo si fa???? Pensare che poche ore dopo aver partorito con il mio cucciolo nella cullina dell'Ospedale ero già al telefono a lavorare.
Amo il mio lavoro, lavorare mi rende completa e felice, ma nello stesso tempo "odio" il fatto di non poter veramente staccare e di avere sempre qualcosa da fare anche ora che vorrei dedicarmi completamente al mio bimbo.
Cucinare in questi momenti mi aiuta a sentire la normalità in attesa di tornare in piscina e di ritornare alle mie "abitudini" e ai nostri viaggi! Viaggiare mi manca, si mi manca tanto, anche se in realtà circa due mesi fa eravamo a Roma, insomma effettivamente non abbiamo mai smesso di viaggiare, solo sospeso momentaneamente i viaggi, ma solo quelli in aereo (sono già previsti due viaggetti in macchina nei prossimi mesi...) e quando la pediatra mi ha detto che Tommy in aereo potrebbe già viaggiare, abbiamo immediatamente prenotato le vacanze estive per tornare a volare...
Ma torniamo a quello che per ora nessuno mi può togliere...cucinare!



Con questa giornata di pioggia una bella serata a base di coccole, pizza da asporto e .... tartufi al cioccolato, mi ricordo che quando ho trovato la ricetta su un vecchio libro di mia mamma ero ancora incinta... nostalgia... che bei momenti... sono volati...

Ingredienti per circa 30 tartufi:

  • 50 gr. di cioccolato al latte:
  • 75 gr. di cioccolato fondente;
  • 75 ml. di panna fresca;
  • cacao in polvere q.b.;
  • cocco a scaglie q.b.
Preparazione

Mettete la panna al fuoco e quando sta per bollire mettetevi dentro il cioccolato al latte e quello fondente spezzettati, mescolate fino a sciogliere il tutto.
Lasciate raffreddare, prendete una frusta oppure il frullatore e sbattete il composto fino a quanto non assume un colore più chiaro e spumoso.
Procedete con due cucchiaini a fare delle palline, che metterete su un vassoio rivestito di carta forno.
Successivamente mettete il tutto in frigo per almeno un ora e mezza.
Guarnite con cacao in polvere, oppure pistacchi tritati oppure cocco a scaglie, codette... insomma quello che preferite. Mentre guarnite date con le mani la forma tondeggiante ai tartufi e poi prima di mangiarli metteteli ancora 10 - 15 minuti in frigo perchè il calore delle mani li scalda un pochino.
Servite e gustateli.
Buon Appetito!!

Nessun commento:

Posta un commento