Con questo blog voglio condividere con tutti voi le ricette che ho sperimentato e che mi sono piaciute di più!! La cucina è sempre stata un luogo molto importante nella mia vita ricordo ancora quando da piccola osservavo affascinata la mia nonnina, ormai novantenne, che impastava tagliatelle pansoti ravioli facendo roteare a velocità indescrivibile la manopola della macchina della pasta la famosa Imperia (che ormai la modernità ha dotato di motore) sembrava così fluida e leggera... in realtà durissima..., preparava "tegami" (come si dice a Genova) di verdure ripiene, torte di riso, focaccia con la salvia, con la cipolle e altre mille prelibatezze...
Crescendo il primo vero approccio pratico alla cucina me lo ha dato mia mamma grazie alla quale mi sono appassionata soprattutto ai dolci... ricordo con gioia i momenti in cui finito di studiare per l'università mi rilassavo cucinando insieme a mia mamma torte dolci e salate, le prelibate focaccette al formaggio pizza... per poi gustarle tutti insieme a tavola la sera.
E adesso che ho 32 anni, sono sposata e lavoro trovo nella cucina un momento di relax che mi permette di "sfogare" gli stress di una giornata "a mille". (per la gioia del palato del mio maritino).

sabato 5 gennaio 2013

ESTASI CULINARIE ROMANE

La nostra esperienza Romana non poteva non comprendere un fitto calendario di serate "gastronomiche", insomma se dobbiamo stare in Italia almeno cerchiamo di mangiare bene e devo dire che sotto questo aspetto la città eterna non ci ha assolutamente deluso, complice il fatto sia che qualche amico ci ha consigliato i posti "da non perdere" sia il fatto che la guida della Lonely Planet difficilmente sbaglia quando si tratta di posticini tipici per mangiare.
A tipici localini di cui dopo vi parlerò abbiamo unito una veloce visita a Eataly, il famosissimo Eataly romano tanto pubblicizzato... ma che francamente non ci ha per nulla entusiasmato, insomma che ci fa questo "supermercato del gusto" in una città piena zeppa di negozietti che vendono ghiottonerie romane e tipici ristorantini? Si bello dai.... ma, per dei turisti come noi sempre a caccia del posto più caratteristico Eataly detto alla romana "non ci azzecca".



A parte questa mastodontica delusione, per fortuna che non abbiamo deciso di fermarci a mangiare, eccoci lanciati nel vortice delle prelibatezze romane, sappiate che, nei posti che sto per indicarvi andrete a "colpo sicuro". Prima di tutto una sola parola Trastevere, il posto migliore per cenare, il posto più bello di Roma più tipico e caratteristico, noi tutte le sere da piazza del Popolo dove avevamo l'hotel, ci allontanavamo per raggiungere Trastevere oppure...Testaccio.
Ed eccovi una selezione dei posti migliori dove cenare!

Osteria da Pucci  zona Trastevere.

La prima sera ci dovevamo un po' orientare e siamo finiti in questa elegante osteria, dove si mangia abbastanza bene, se non fosse che i camerieri ti sfrecciano intorno  immancabili i tonnarelli cacio e pepe e coda alla vaccinara, il tutto accompagnato con un piattone di patate fritte con sopra cacio e pepe, come dolce fantastica la crostata di visciole.

Patatine cacio e pepe


Capodanno.
inizialmente non avevamo intenzione di fare il cenone, ma abbiamo incontrato una mia amica con la sua compagnia che ci ha invitato a passare con loro l'ultima serata dell'anno a Trastevere a "Sette oche in altalena" non male come ristorante ma forse meglio andare in serate non di festa!

Bir & Fud.

Pizzeria nei vicoli di Trastevere, dove mi sento veramente di consigliare le pizze che abbiamo preso:
Pizza incavolata nera: una bianca con mozzarella, cavolo nero guanciale e pecorino romano.
Pizza la bionda a cuore pieno: una bianca con mozzarella, scarola, alici, olive di Gaeta e capperi... sublime.

La bionda dal cuore tenero

Come dolce un tiramisù da paura per Andrea e per me una mini cheescake ai pistacchi di bronte.


Si sale di livello con:

Da Felice a Testaccio.

Ecco non ci sono parole per descrivere la bontà dei tonnarelli di cacio e pepe, la pasta alla carbonara, l'involtino al sugo e il mitico carciofo alla romana...

video

 e i  dolci... tra i quali sicuramente da consigliare il tiramisù fatto in casa e la favolosa crostata di fragoline di bosco.


Pizzeria Panattoni ai marmi detta anche l'obitorio.

Per una pizza divina in un locale "alla buona" Panattoni ai marmi detta anche l'obitorio perchè si mangia in lunghe tavolate di marmo che ricordano i tavoli degli obitori di una volta. 
Il top la pizza con la scarola che ha preso Andrea e quella con la provola che ho preso io.


Dolce da svenimento il dolce mi pare che si chiami millefoglioline...biscotti millefoglie con crema chantilly e scaglie di cioccolato una bontà divina!


Per una serata elegante e molto molto romantica... Casina Valadier nei giardini di Villa Borghese, qui non si deve aggiungere nulla si commenta da se...

Suggerimenti sul pranzo?? Beh una bella fetta di pizza bianca con dentro quello che volete comprata in uno dei moltissimi panifici della capitale, i più buoni... nemmeno a dirlo quelli fuori dalla bolgia turistica.


Buon Appetito!
e... See you soon Rome!


Nessun commento:

Posta un commento