Con questo blog voglio condividere con tutti voi le ricette che ho sperimentato e che mi sono piaciute di più!! La cucina è sempre stata un luogo molto importante nella mia vita ricordo ancora quando da piccola osservavo affascinata la mia nonnina, ormai novantenne, che impastava tagliatelle pansoti ravioli facendo roteare a velocità indescrivibile la manopola della macchina della pasta la famosa Imperia (che ormai la modernità ha dotato di motore) sembrava così fluida e leggera... in realtà durissima..., preparava "tegami" (come si dice a Genova) di verdure ripiene, torte di riso, focaccia con la salvia, con la cipolle e altre mille prelibatezze...
Crescendo il primo vero approccio pratico alla cucina me lo ha dato mia mamma grazie alla quale mi sono appassionata soprattutto ai dolci... ricordo con gioia i momenti in cui finito di studiare per l'università mi rilassavo cucinando insieme a mia mamma torte dolci e salate, le prelibate focaccette al formaggio pizza... per poi gustarle tutti insieme a tavola la sera.
E adesso che ho 32 anni, sono sposata e lavoro trovo nella cucina un momento di relax che mi permette di "sfogare" gli stress di una giornata "a mille". (per la gioia del palato del mio maritino).

domenica 20 gennaio 2013

CROSTATA RICOTTA E VISCIOLE

Nonostante il lavandino della cucina sia completamente fuori uso mi sono organizzata in modo tale da continuare a cucinare (un po' macchinoso come metodo ma direi che funziona), non potrei mai smettere di cucinare è la mia passione, il mio hobby, mi rende felice.



Oggi dopo ben una settimana...(in realtà sabato a casa di mia mamma ho fatto i bignè con la mia crema segreta... erano buoni, ma non troppo belli da vedere, perché ho fatto un errore da dilettante nel cioccolato che li ricopriva..) ho ripreso a fare i dolci, inizialmente volevo fare una semplice crostata con la marmellata di visciole mangiata  a Roma,  poco impegnativa e veloce, un salto nel passato alla nostra recente vacanza romana, poi pensa e ripensa ho deciso di fare una delizia ancora più delizia, la crostata di visciole e ricotta semplicemente favolosa tipica della cucina romana ebraica.
Ed eccovi la ricetta:

Per la pasta frolla:
  • 300 gr. di farina;
  • 1 uovo intero e 1 tuorlo;
  • 150 gr. di burro;
  • 130 gr. di zucchero.
Per il ripieno:
  • 200 gr. di ricotta (meglio di pecora);
  • 230 gr. di marmellata di visciole;
  • 1 cucchiaio raso di zucchero;
  • 1 uovo intero.
Preparazione:


Preriscaldate il forno a 180° non ventilato.
Preparate la pasta frolla (fatta con questa nuova ricetta è veramente buona) fate una palla dell'impasto e successivamente riponetelo in frigo per almeno mezzora.
Nel frattempo preparate il ripieno, lavorando la ricotta con l'uovo e con lo zucchero. 
Stendete la pasta in una teglia con i bordi alti (non fate la sfoglia troppo sottile), procedete con lo spalmarvi la marmellata di visciole e successivamente fate lo strato con il composto di ricotta uovo e zucchero.
Ricoprite con le striscie della crostata tagliate leggermente più spesse.
Infornate per almeno 20-30 minuti controllate la cottura.


Sfornate, lasciate raffreddare e servite.
Buon Appetito!


Nessun commento:

Posta un commento