Con questo blog voglio condividere con tutti voi le ricette che ho sperimentato e che mi sono piaciute di più!! La cucina è sempre stata un luogo molto importante nella mia vita ricordo ancora quando da piccola osservavo affascinata la mia nonnina, ormai novantenne, che impastava tagliatelle pansoti ravioli facendo roteare a velocità indescrivibile la manopola della macchina della pasta la famosa Imperia (che ormai la modernità ha dotato di motore) sembrava così fluida e leggera... in realtà durissima..., preparava "tegami" (come si dice a Genova) di verdure ripiene, torte di riso, focaccia con la salvia, con la cipolle e altre mille prelibatezze...
Crescendo il primo vero approccio pratico alla cucina me lo ha dato mia mamma grazie alla quale mi sono appassionata soprattutto ai dolci... ricordo con gioia i momenti in cui finito di studiare per l'università mi rilassavo cucinando insieme a mia mamma torte dolci e salate, le prelibate focaccette al formaggio pizza... per poi gustarle tutti insieme a tavola la sera.
E adesso che ho 32 anni, sono sposata e lavoro trovo nella cucina un momento di relax che mi permette di "sfogare" gli stress di una giornata "a mille". (per la gioia del palato del mio maritino).

domenica 18 novembre 2012

TAGLIATELLE DI FARINA DI CASTAGNE

Prima o poi combino un casino lo so, sono incinta e non me ne accorgo...nonostante la pancia ormai un pochino spunti, io mi dimentico di esserlo, sia Andrea che i miei mi dicono che sono fortunata insomma vuole dire che sto bene e questo lo penso anche io, ma sto seriamente rischiando di mangiare i "cibi proibiti", sabato ho comprato il pesto di novella con l'intenzione di farmi un bel piattone di tagliatelle di castagne con il pesto le patate e i fagiolini, ecco si...peccato che oggi sul più bello mi sono ricordata di non poter mangiare il pesto industriale...ma solo quello fatto in casa, dopo aver lavato accuratamente le foglie di basilico con l'amuchina.


Poi ho tentato di assaggiare un ripieno con l'uovo crudo... salvata in corner da Andrea... e che cavolo! Io mi accorgo di cucciolino solo quando da sdraiata sento che gira dentro di me e tira calcetti, che goduria davvero sono momenti che vorrei non finissero mai, mi piace abbracciarmi la pancetta e proteggerlo, lo proteggerò sempre gli vorrò tanto tantissimo bene e si probabilmente sarà una mamma possessiva conoscendomi (lo sono già adesso...) ma lui è e sarà tutto per me sempre.
Una cosa però oggi in questa fredda giornata me la sono veramente goduta, oltre che ad un po' di riposo  dopo una settimana di corsa un bel piattone di tagliatelle con la farina di castagne con la ricotta e i carciofi. Ero un po' scettica sulla riuscita delle tagliatelle perché combinare le farine (bianca e castagne) non sempre è facile, ma come primo tentativo non mi lamento.

Ingredienti per due persone:
  • 200 gr. di farina di castagne;
  • 50 gr. di farina bianca;
  • 1 uovo intero;
  • sale q.b.;
  • acqua q.b.
Preparazione:

Su una spianatoia disponete le due farine mischiate a fontana e mettevi al centro l'uovo, un pizzico di sale e un po' di acqua tiepida.
Impastate fino a formare una bella palla soda e senza grumi. 
Lasciate riposare la pasta per almeno mezzora poi procedete a tirare le sfoglie, non troppo sottili. Tagliate le tagliatelle lasciatele riposare su una spianatoia precedentemente infarinata.
Mettete l'acqua al fuoco. Quando bolle salate e buttate le tagliatelle.
Servite ben calde, sono buonissime con il pesto, ma se come me non potete mangiarlo allora provatele con la ricotta fresca e con un leggero soffritto di carciofi sono ottime.
Buon Appetito.

Nessun commento:

Posta un commento