Con questo blog voglio condividere con tutti voi le ricette che ho sperimentato e che mi sono piaciute di più!! La cucina è sempre stata un luogo molto importante nella mia vita ricordo ancora quando da piccola osservavo affascinata la mia nonnina, ormai novantenne, che impastava tagliatelle pansoti ravioli facendo roteare a velocità indescrivibile la manopola della macchina della pasta la famosa Imperia (che ormai la modernità ha dotato di motore) sembrava così fluida e leggera... in realtà durissima..., preparava "tegami" (come si dice a Genova) di verdure ripiene, torte di riso, focaccia con la salvia, con la cipolle e altre mille prelibatezze...
Crescendo il primo vero approccio pratico alla cucina me lo ha dato mia mamma grazie alla quale mi sono appassionata soprattutto ai dolci... ricordo con gioia i momenti in cui finito di studiare per l'università mi rilassavo cucinando insieme a mia mamma torte dolci e salate, le prelibate focaccette al formaggio pizza... per poi gustarle tutti insieme a tavola la sera.
E adesso che ho 32 anni, sono sposata e lavoro trovo nella cucina un momento di relax che mi permette di "sfogare" gli stress di una giornata "a mille". (per la gioia del palato del mio maritino).

mercoledì 12 ottobre 2011

IL CANARINO

L'autunno e la primavera per il mio stomaco sono periodi cruciali, mi  basta un niente per stare male e quindi devo assolutamente evitare di mangiare pesante o troppo grasso unto pasticcioso! 
Siccome il mio stomaco fino a ieri si è comportato bene.. mi sono concessa una pausa pranzo al cinese con mia cugina e futura collega Camilla, siamo andate da Yuan un ristorantino molto molto carino vicino al Tribunale una vera delizia...che purtroppo però ho scontato amaramente.

Per digerire il pranzo mi ci è voluto tutto il pomeriggio e non solo, mentre stavo preparando la cena, si è letteralmente scatenato l'inferno, fuoco e fiamme e strani mormorii si levavano dalla mia pancia, lì per lì ho pensato che fosse solo un po' di fame (non volevo ammettere a me stessa che forse mangiando la situazione sarebbe peggiorata!!) dopo cena il delirio, sudavo freddo raggomitolata sul divano non osavo muovermi,  fino a quando illuminazione della mamma... IL CANARINO!!!! Siccome non riuscivo ad alzarmi da quanto stavo male è corso in mio soccorso Andrea, che mi ha preparato un buonissimo canarino e nel giro di mezz'ora ero dinuovo in piedi!!!

Il canarino è una bevanda calda digestiva e utilissima per i periodi in cui si eccede con il cibo.
Scegliete un limone proveniente da coltivazione biologica, non trattato (io ho usato quelli dell'albero dei miei genitori)  è di fondamentale importanza perché nel preparare le bevanda , deve essere utilizzata solo la buccia del limone. 
Lavate bene il limone sotto l'acqua corrente, meglio se vi aiutate con uno spazzolino da cucina per rimuovere ogni eventuale residuo di polvere e di sporco presente sulla superficie del limone. Asciugate bene il limone strofinando.
Prendere una casseruolina di acqua e portatela ad ebollizione .
Nel frattempo sbucciate il limone, togliendo bene tutta la parte gialla.
Prendete una tazza, metteteci dentro la buccia del limone e poi  aggiungete l'acqua bollente e lasciate in infusione per 10 minuti e sorseggiate lentamente, vi aiuterà a digerire, vi farà passare la nausea e dopo una mezz'oretta starete meglio.

Nessun commento:

Posta un commento