Con questo blog voglio condividere con tutti voi le ricette che ho sperimentato e che mi sono piaciute di più!! La cucina è sempre stata un luogo molto importante nella mia vita ricordo ancora quando da piccola osservavo affascinata la mia nonnina, ormai novantenne, che impastava tagliatelle pansoti ravioli facendo roteare a velocità indescrivibile la manopola della macchina della pasta la famosa Imperia (che ormai la modernità ha dotato di motore) sembrava così fluida e leggera... in realtà durissima..., preparava "tegami" (come si dice a Genova) di verdure ripiene, torte di riso, focaccia con la salvia, con la cipolle e altre mille prelibatezze...
Crescendo il primo vero approccio pratico alla cucina me lo ha dato mia mamma grazie alla quale mi sono appassionata soprattutto ai dolci... ricordo con gioia i momenti in cui finito di studiare per l'università mi rilassavo cucinando insieme a mia mamma torte dolci e salate, le prelibate focaccette al formaggio pizza... per poi gustarle tutti insieme a tavola la sera.
E adesso che ho 32 anni, sono sposata e lavoro trovo nella cucina un momento di relax che mi permette di "sfogare" gli stress di una giornata "a mille". (per la gioia del palato del mio maritino).

sabato 27 agosto 2011

CIBO DAL MONDO

Ieri pomeriggio, mentre degustavo pigramente un buon gelato nella mia gelateria preferita a Recco, cercando di godermi ogni istante di quel momento di fresco e tranquillità mi chiama Andrea e mi dice che c'è una sorpresa da Taiwan.
Curiosa come sono inizio a farmi mille domande su cosa possa essere... sapevo che la sera avrei cenato con i fornitori Taiwanesi di Andrea, ma non riuscivo a capire cosa potesse essere la sorpresa.
Un paio di ore dopo il segreto era svelato e davanti a me si presentava una scatola rettangolare con scritto a caratteri dorati Taiwan Golden Cake. 





Subito penso slurpppp chissà che buona!!!! dopo aver cercato di capire come si apriva la scatola immaginando già una succulenta tortina magari al cioccolato e cocco oppure alla crema pasticcera con morbido pan di spagna (non sapendo il taiwanese non riuscivo a capire l'elenco degli ingredienti scritto sul retro ma già immaginavo qualche squisitezza...).
Mentre la mia fantasia galoppava, una volta aperta la scatola, trovo un foglietto dorato con altre scritte in taiwanese e sotto un rivestimento di plastica...e mi chiedo, ma sta torta dov'è?


Tolgo il rivestimento di plastica e vedo sei scatolette con raffigurati i posti più belli dell'isola di Taiwan... e penso ok ma non scherziamo tirate fuori sta torta!!!!!!


Prendo una scatolina la apro e dentro un biscotto ripieno a forma di isola di Taiwan... (ah beh  allora qualcosa da mangiare c'è) e ci  sono pure i brillantini sul biscotto... la Golden cake...


Prima di mettere in moto le papille gustative, diffidente metto in moto l'olfatto.. odore simil pasta frolla ok è commestibile e ora l'assaggio....ummm gusto poco... un biscottone di pasta frolla senza zucchero che sa di burro con dentro una marmellata non ben decifrata.
Penso subito che invece di fare sta manfrina di scatole scatoline scatolette, etichette dorate e velluto potevano dare un po di gusto a sta cosa che mi è bastato un morso per farmi partire un bruciore di stomaco tremendo.
E pensare che i Taiwanesi che ho conosciuto sono persone fantastiche che ci hanno invitato a trovarli (evviva!!!) ...solo che il vero problema sarà il cibo... chissà se c'è Starbucks? Nel caso io sono a posto! 





Nessun commento:

Posta un commento