Con questo blog voglio condividere con tutti voi le ricette che ho sperimentato e che mi sono piaciute di più!! La cucina è sempre stata un luogo molto importante nella mia vita ricordo ancora quando da piccola osservavo affascinata la mia nonnina, ormai novantenne, che impastava tagliatelle pansoti ravioli facendo roteare a velocità indescrivibile la manopola della macchina della pasta la famosa Imperia (che ormai la modernità ha dotato di motore) sembrava così fluida e leggera... in realtà durissima..., preparava "tegami" (come si dice a Genova) di verdure ripiene, torte di riso, focaccia con la salvia, con la cipolle e altre mille prelibatezze...
Crescendo il primo vero approccio pratico alla cucina me lo ha dato mia mamma grazie alla quale mi sono appassionata soprattutto ai dolci... ricordo con gioia i momenti in cui finito di studiare per l'università mi rilassavo cucinando insieme a mia mamma torte dolci e salate, le prelibate focaccette al formaggio pizza... per poi gustarle tutti insieme a tavola la sera.
E adesso che ho 32 anni, sono sposata e lavoro trovo nella cucina un momento di relax che mi permette di "sfogare" gli stress di una giornata "a mille". (per la gioia del palato del mio maritino).

lunedì 1 agosto 2011

ACCIUGHE CON POMODORINI E CAPPERI

Se dovessi scegliere cosa mangiare tra carne e pesce, senza dubbio sceglierei un bel pesce, facile fa cuocere, leggero e soprattutto più sano della "solita" carne.
Inizialmente ero un po' restia a cucinarlo, più che altro per il fatto che è una noia pulirlo e lavarlo e quindi ripiegavo sulla carne, però, da qualche anno  a questa parte il pesce è diventato parte integrante della nostra dieta, figuriamoci che  sono riuscita anche a farlo apprezzare a mio marito, un carnivoro per eccellenza,  sono proprio contenta.




L'unico "problema" del pesce è che deve essere fresco, estremamente fresco e soprattutto deve essere un pesce dei nostri mari, non proveniente da Indonesia e Oceani vari, per questo non sempre se ne trova, ma quando si trova è proprio una delizia.
Tra tutti i pesci, quelli che amo e che cucino di più sono gamberi, gamberoni, scampi, cozze, vongole, nasello, sogliola, orata, tonno, pesce spada, totani.. e le buonissime acciughe, il pesce azzurro più buono e gustoso che abbia mai mangiato.
Il modo ideale per cucinare le acciughe è senza dubbio friggerle, un buon fritto pulito e asciutto fa sempre piacere, sono favolose, ma con questo caldo, ho optato per una ricetta più light ma altrettanto buona.

Ingredienti per due persone:
  • 500 gr di acciughe freschissime;
  • 6 pomodorini (in alternativa va bene anche un pomodoro maturo e sodo cuore di bue possibilmente)
  • una manciatina di capperi;
  • 1 spicchio d'aglio;
  • olio;
  • sale.
Procedimento:
Se non ci ha pensato il pescivendolo pulite bene le acciughe dalle interiora (lo so non è una cosa piacevole, a me fa veramente impressione).
Tagliate i pomodorini (o il pomodoro cuore di bue) a cubetti e mettetelo in una ciotolina.
Lavate le acciughe sotto l'acqua per bene, poi stendetele a colare, nel frattempo prendete una pentola antiadente, metteteci olio, capperi (dopo averli desalati sotto l'acqua) e aglio tagliato a fettine, lasciate rosolare qualche minuti a fuoco lento per insaporire (attenti all'aglio!), aggiungete le acciughe e lasciatele cuocere qualche minuto con il coperchio, poi togliete il coperchi, aggiungete infine il pomodoro cuore di bue a cubetti lasciatelo insaporire per 1 minuto e servite a tavola.
ps: ricordatevi... il pesce meglio fresco che congelato!!
Buon Appetito!

Nessun commento:

Posta un commento